Islam in West Africa

westafrica
Prezzo comune: 19,50 € Nostro prezzo: 19,50 € cad.

Out of stockEsaurito

AUTORE: Andrea Menegatti

ISBN: 978-88-7325-572-7

FORMATO: cm 14,5×21, 307 pagine

PREZZO: 13 €

(al momento non disponibile)

Possono convivere religione islamica e libera partecipazione politica, in Africa e altrove? Moschee di fango e marabut con elezioni free and fair, mentre a Dakar, Bamako, Nouakchott, come nella brousse, milioni di giovani affollano polverosi cyber café? Stanno assieme l’affermazione dei diritti civili e la riduzione della povertà con Scuole coraniche, Confraternite sufi o fedeltà etnica nell’urna? Oppure, proprio a causa di questi contrasti, il fondamentalismo che oggi minaccia il Sahel e l’ombra nera di Al-Qaeda avvolgeranno le incerte democratizzazioni africane? Le fragili istituzioni degli Stati indipendenti, che non hanno neppure sessant’anni, sapranno applicare gli universali valori democratici? O vedremo ancora interventi militari occidentali contro il Jihad, un perenne patronaggio neo-coloniale oppure l’avvitamento autoritario dei Regimi politici sotto tutela dell’Armée?

Questo libro, prendendo le mosse della performance politica dell’Africa occidentale negli ultimi vent’anni, offre una risposta positiva a queste domande, dimostrando mediante una rigorosa ricerca empirica su tre paesi dell’area – Mauritania, Senegal e Mali – che Islam e Democrazia sono compatibili. Ed è il sufismo – componente mistica, esoterica e comunitaria – un soggetto chiave di questa sfida di compatibilità, proprio per la tolleranza etnico/religiosa che contraddistingue la Tariqa ovvero “la Via”, spesso leale e legittimante verso l’autorità politica. Non è un caso che, in queste “democrazie elettorali”, le confraternite siano viste come traditrici dell’Islam proprio dai gruppi fondamentalisti eversivi, in espansione dal Sahel alla Nigeria al Corno d’Africa.

Andrea Menegatti, PhD in Political Science, si occupa di democratizzazione in Africa sub-sahariana e fa ricerca sul campo sulla partecipazione politica nell’area mauro-senegalese. Studioso di politica internazionale ed operatore di diritti civili in Mauritana, pubblicista su riviste d’area, è stato chair e relatore in seminari internazionali. Ha insegnato “Storia e istituzioni dell’Africa sub-sahariana” presso l’Università di Genova e “Storia dell’Africa” al Master di II° livello GlobAAAl, presso l’Università di Torino. Collabora al corso “Democrazie Moderne” istituito presso il Dipartimento Cultura, Politica e Società dell’Università di Torino.

Potrebbe interessarti anche